15 miti sulla malattia di Alzheimer dovresti smettere di credere

Una complessa condizione neurologica che colpisce più di 5 milioni di americani, la malattia di Alzheimer è complicata e spaventosa. Ma le idee sbagliate sui fattori di rischio dell'Alzheimer e i modi per prevenire l'Alzheimer possono ostacolare la tua salute.

Alzheimer e demenza sono due cose separate

Potresti sentire persone che spiegano che la persona amata ha sia l'Alzheimer che la demenza, quando in realtà l'Alzheimer è sotto l'ombrello della demenza. Non sono due cose separate. Esistono oltre 100 diverse forme di demenza, ogni tipo viene con una varietà di sintomi diversi . —Phoebe James, direttore dell'impegno residente presso Wentworth Senior Living. Questa è la vera differenza tra demenza e morbo di Alzheimer.

L'Alzheimer non è curabile




cibi migliori per o gruppo sanguigno negativo

Uno dei miti duraturi che circondano la malattia di Alzheimer e le relative demenze è che non c'è niente che nessuno di noi possa fare per ridurre il rischio di queste malattie, che sono inevitabili. In effetti, i nostri effetti sul cervello ed è influenzato da ogni altro sistema nel nostro corpo. Questo è incredibilmente importante perché significa che i cambiamenti dello stile di vita attorno all'attività fisica, alla dieta, all'impegno cognitivo e all'impegno sociale hanno effetti diretti e indiretti sulla salute del nostro cervello e possono migliorare significativamente la nostra durata della vita, la nostra sfera della salute e il cervello. —Nick Bott, Chief Science Officer di Neurotrack.

Tutte le persone che hanno la malattia di Alzheimer diventano violente e irritabili

Mentre è vero che l'Alzheimer può causare cambiamenti di personalità e sbalzi d'umore, non tutti questi cambiamenti includono quelli violenti. Come azienda di assistenza domiciliare specializzata nella cura della memoria, tendiamo a lavorare con molti clienti che sono già carini nel corso del loro viaggio con questa malattia. Più di ogni altra cosa, vediamo clienti che sono semplicemente frustrati dalla propria perdita di memoria e confusione. Alcune delle migliori pratiche per aiutare una persona cara che sperimenta i cambiamenti della personalità di Alzheimer è di mantenere la calma e impegnarsi nel bene ascoltando. —Scott Knoll, proprietario di By Your Side Home Care, un'agenzia di assistenza domiciliare anziana specializzata nei servizi di Alzheimer. Queste abitudini quotidiane ridurranno il rischio di Alzheimer.

L'Alzheimer non è una malattia ereditaria

Questo è sbagliato a due livelli. In primo luogo, alcune persone ereditano singole mutazioni che causano questa malattia, anche se quelle sono rare; e in secondo luogo, altre lo sviluppano a causa di molti piccoli rischi ereditari che collaborano con uno stile di vita malsano per indurre questa malattia . —Hermona Soreq, a neuroscienziato presso il centro Edmund e Lily Safra della Brain Science dell'Università Ebraica di Gerusalemme.

Ci sono integratori che possono aiutare a prevenire l'Alzheimer

Non ci sono ancora studi che dimostrino la capacità di vitamine, prodotti erboristici o farmaci di prevenire lo sviluppo del morbo di Alzheimer. Tuttavia, uno stile di vita sano che include frequenti attività fisiche, diete salutari per il cuore e controllo di condizioni croniche come l'ipertensione o il diabete potrebbero aiutare a ridurre la probabilità. Sebbene non vi siano prove conclusive che colleghino direttamente questi cambiamenti nello stile di vita per prevenire l'Alzheimer, in alcuni studi è stato dimostrato che promuovono un aumento della salute del cervello che potrebbe infine svolgere un ruolo chiave nel contrastare la malattia . -Dr. Kumar Dharmarajan, Chief Scientific Officer presso Clover Health.

La malattia di Alzheimer è una parte normale dell'invecchiamento

Sebbene i cambiamenti nel cervello si verifichino con l'età a partire dalla metà degli anni venti, la malattia di Alzheimer NON è una parte normale dell'invecchiamento. La malattia di Alzheimer è il tipo più comune di demenza negli Stati Uniti e l'età è il più grande fattore di rischio noto per lo sviluppo Morbo di Alzheimer, soprattutto dopo i 80 anni . -Dr. Krystal L. Culler, DBH, MA, direttore della famiglia Oscar del Menorah Park Center 4 Brain Health ™, Senior Atlantic Fellow - Global Brain Health Institute. Questo è ciò che i neurologi fanno per prevenire l'Alzheimer.

L'Alzheimer colpisce solo gli anziani

Un mito che sento comunemente parlare dell'Alzheimer è che la condizione colpisce solo la popolazione anziana. Sebbene in genere sentiamo parlare della malattia che si verifica più spesso nelle persone anziane, c'è un piccolo sottogruppo di persone affette da Alzheimer ad esordio precoce che possono manifestarsi sintomi già dai 30 e 40 anni. È importante notare che l'Alzheimer ad esordio precoce è meno comune e la genetica a volte può svolgere un ruolo nell'aumentare il rischio per la condizione . - Dr. Nesochi Okeke-Igbokwe, medico ed esperto di salute e benessere.

L'Alzheimer è una conseguenza quasi inevitabile dell'invecchiamento

L'invecchiamento cerebrale sano è la norma evolutiva, vera per 1,8 milioni di anni di storia umana: sono solo poco più di cento anni da quando è stata descritta la malattia di Alzheimer. L'invecchiamento cerebrale difettoso è direttamente attribuibile al nostro stile di vita moderno, che è caratterizzato dal sonno privazione, mancanza di esercizio fisico e impegno sociale, cattiva alimentazione ed esposizione a sostanze inquinanti ambientali. Questi cinque fattori, se corretti o migliorati, manterranno la funzione cerebrale in cima alla vita. In altre parole, le scelte di stile di vita sano prevengono il morbo di Alzheimer . —Jennie Ann Freiman, MD e autrice di Il piano SEEDS: prevenire e invertire la malattia di Alzheimer.

I farmaci per la malattia di Alzheimer fermeranno la progressione della mia malattia

Nonostante gli attuali progressi nel nostro campo medico e la comprensione della malattia di Alzheimer, al momento non esistono farmaci o integratori noti che fermeranno la progressione della malattia di Alzheimer. Gli attuali farmaci approvati dalla US Food and Drug Administration sono usati per trattare i sintomi di Il morbo di Alzheimer. -Dr. Krystal L. Culler. Ecco come prevedere se la perdita di memoria sarà di Alzheimer.

Visitare qualcuno con l'Alzheimer è inutile


rapida perdita di peso per patologicamente obesi

Anche se potresti pensare che non abbia senso visitare qualcuno che non ti ricorderà comunque, questo non è vero. Il morbo di Alzheimer colpisce le persone in modo diverso e le relazioni sono profonde e complesse. Vale a dire, solo perché qualcuno non lo fa consapevolmente Ricordati che ciò non significa che non ci sia alcun riconoscimento inconscio o emotivo. È cruciale per mantenere il tuo rapporto con la persona sia per il loro bene che per il tuo . —Caleb Backe, esperto di salute e benessere per olistica dell'acero.

Il ricordo della musica è danneggiato nei pazienti di Alzheimer

Questo è stato recentemente smentito dai test di mappatura del cervello che hanno dimostrato che le regioni cerebrali che sono responsabili della memorizzazione della musica sono state danneggiate per l'ultima volta nelle persone malate. Mi ricorda un vicino che avevamo molti anni fa, immigrato in Israele dall'Europa dove era stato un famoso cantante lirico; aveva la demenza e non poteva pronunciare una frase completa, ma cantava meravigliosamente assoli lirici ! —Herman Soreq.

Non devo preoccuparmi della malattia di Alzheimer perché nessuno nella mia famiglia ce l'ha

Potrebbe sorprenderti sapere che puoi sviluppare il morbo di Alzheimer anche se non riesci a pensare a un membro della famiglia con questa malattia. Siamo tutti a rischio per il morbo di Alzheimer. Ricorda le statistiche che ho menzionato prima: abbiamo tutti un 50 percentuale di probabilità di sviluppare la malattia di Alzheimer dopo gli 85 anni. La maggior parte delle persone con diagnosi di malattia di Alzheimer a esordio tardivo non risulta positiva come portatrice di nessuno dei geni noti dell'Alzheimer . —Kenneth S. Kosik, MD e autore del libro Outsmarting Alzheimer’s. Queste sono 16 cose che le persone con Alzheimer desiderano che tu sappia.

Le persone non ci stanno provando

Un mito comune è che le persone che vivono con l'Alzheimer non stanno facendo ciò che possono, e dovremmo spingerli più forte. Il cervello sta morendo e le persone stanno facendo il meglio che possono in quel momento. Dobbiamo cambiare il modo in cui reagiamo . —Christina Chartrand, vicepresidente della formazione presso Senior Helpers, il principale fornitore nazionale di assistenza domiciliare per anziani.

La malattia di Alzheimer è nella mia famiglia; pertanto, è inevitabile che lo ottenga anch'io

Si dice che la salute del cervello sia una genetica del 30% e uno stile di vita del 70%. La ricerca sta aumentando per sottolineare l'importanza che il modo in cui viviamo le nostre vite durante la nostra vita sia importante soprattutto quando si tratta di disturbi cerebrali della tarda vita come la demenza e Malattia di Alzheimer. I tassi familiari di malattia di Alzheimer sono correlati a geni specifici, età di insorgenza e rappresentano in genere meno del 5% di tutti i casi di malattia di Alzheimer . -Dr. Krystal L. Culler.

Il morbo di Alzheimer può essere curato solo dopo una diagnosi

Negli ultimi anni, c'è stato un cambiamento nel modo di pensare di molti di noi che studiano la demenza. Siamo giunti alla conclusione che il momento migliore per curare la malattia di Alzheimer è prima i primi sintomi emergono. Questo cambiamento è stato portato dalla nuova tecnologia che ci consente di scrutare all'interno del cervello umano ... Ora sappiamo che le placche dell'Alzheimer iniziano a proliferare dieci o addirittura 20 anni prima che i primi sintomi dell'Alzheimer diventino evidenti . —Kenneth S. Kosik, MD. These are the early signs of Alzheimer’s that every adult should know.