Ho provato l'ipnosi per battere la mia dipendenza da zucchero e questo è quello che è successo

Dopo un deplorevole abbuffata di caramelle, ero pronto a provare qualsiasi cosa per tenere sotto controllo il mio debole per i dolci.

Ali Blumenthal / Rd.com Tutta la mia vita, sono stato un demonio dello zucchero. Ho attraversato la fase Butterfinger Blizzard al liceo e una fase dolcissima al college. A vent'anni ero un drogato di Jelly Belly (marshmallow tostato, cracker graham e caffè insieme è ancora la bomba), e i biscotti con scaglie di cioccolato freschi mi fanno sempre perdere la testa. Continuerei a percorrere miglia e miglia per un Slurpee.


Ricette di pollo fase 1 dieta metabolismo veloce

Nel corso degli anni, sono stato più o meno in grado di tenere sotto controllo le mie voglie di zucchero. Quando guardo un pezzo di torta, penso a quanto mi sentirò male qualche minuto dopo aver mangiato quella glassa zuccherata, mi ricordo che mi piace il modo in cui i miei jeans si sentono quando non si sforzano in vita, e provo difficile da mangiare solo quando ho fame. Ma soprattutto, aiuta, dopo essermi trasferito in periferia dalla città, non vivo più a pochi passi da negozi di dolciumi o panetterie e ho le carte in regola per non portare regolarmente delle prelibatezze in casa mia.



Regolare è la parola chiave, tuttavia, perché con due bambini piccoli ci sono alcune volte all'anno in cui è praticamente impossibile non avere caramelle e leccornie in casa - di recente è stata Pasqua. Anche se il coniglietto pasquale (aka me) ha riempito i loro cestini di libri e animali di peluche e solo alcuni coniglietti e anatre di cioccolato, amici e parenti ben intenzionati hanno dato loro dei cestini che traboccavano di roba buona.

Per gentile concessione di Anne Fritz Dato che era una vacanza, mi concedevo un po '. È iniziato con un uovo Cadbury qui, uno Starburst lì. Ma non era abbastanza. Ci sono studi che dimostrano che lo zucchero crea più dipendenza della cocaina, quindi non sorprende che non potessi smettere. Ho presentato il mio primo figlio al suo primo Peep e ho finito per mangiare più di lui; Ho comprato una busta di mini-uova Cadbury a metà dopo le vacanze, pensando che fosse la mia ultima possibilità fino al prossimo anno; al BBQ di un amico mi sono servito a più di una manciata di M & Ms.

Poi una notte, circa una settimana dopo Pasqua, mi sono intrufolato nella scorta di caramelle dei bambini e ho mangiato un Blow-Pop di mela verde. Era stantio, la gomma nel mezzo era troppo zuccherata e non mi piaceva nemmeno. Mi sono fermato e ho considerato consapevolmente perché lo stavo mangiando. Avevo fame? Assetato? Annoiato? Sconvolto per qualcosa? Non sono riuscito a trovare una buona risposta. Tuttavia, ho finito per mangiarne un secondo. Non è stato un momento orgoglioso.

È stato in questo periodo che l'ipnoterapia è entrata nella mia vita. Mi ero interessato da quando avevo letto La storia d'amore dell'ipnotizzatore di Liane Moriarity lo scorso autunno. Il protagonista, come suggerisce il titolo, è un ipnoterapeuta. Usa l'ipnoterapia su se stessa e sui suoi clienti per aiutarli ad acquisire autocontrollo, a rinunciare alle cattive abitudini, ad addormentarsi facilmente e ad avere una prospettiva della propria vita. All'inizio del libro, la narratrice usa l'ipnoterapia per ottenere rapidamente la sua compostezza immaginando una luce dorata che pulsa attraverso il suo corpo e aiuta un cliente ad addormentarsi visualizzando gocciolare il miele in una tazza calda di tè. Era tutto così rilassante, accattivante e potente. Da allora volevo provarlo.

Così, quando fui avvicinato da Richard Barker, un ipnotizzatore di Orlando, in Florida, che si offrì di venire nel mio ufficio per parlarmi del campo e darmi una sessione, dissi prontamente di sì.

Al nostro incontro, dopo avermi dato uno sfondo sull'ipnoterapia, ci siamo messi al lavoro. Ho detto a Richard che volevo tenere sotto controllo la mia voglia di zucchero, ma gli ho chiesto di includere un avvertimento che avrei potuto includere i dessert in occasioni speciali (Hey, la festa della mamma e il mio compleanno stavano arrivando).

Ho iniziato seduto con gli occhi aperti, fissando un punto singolare (ho scelto una puntina rossa su una bacheca). Richard mi ha fatto fare degli esercizi di respirazione, poi mi ha fatto chiudere gli occhi e rilassare il corpo. La cosa che mi ha colpito di più è che Richard ha continuato a parlare per tutto il tempo per tutti i 20 minuti. Si ripeteva spesso, manteneva un flusso rilassante di parole e chiacchiere, usando un tono confortante, ma deciso.

Una volta che sono stato ipnotizzato, mi ha detto che non avrei mangiato zucchero, caramelle o dolcetti su base regolare. Che quando avessi quelle voglie, avrei optato per qualcosa di più sano come una mela o un bicchiere d'acqua, e che avrei fatto questo perché ho valutato la mia salute e volevo vivere una vita lunga e sana. Ha anche detto che questo suggerimento avrebbe funzionato, perché volevo che funzionasse. (Una parte fondamentale dell'ipnosi è che devi essere aperto al suggerimento.)

Quando la sessione è terminata, mi sono sentita super rinfrescata ed ero di buon umore energetico per il resto della giornata.

Per quanto riguarda le voglie di zucchero ... il primo giorno le avevo ancora, ma la differenza era che non le concedevo. Dopo pranzo, ho passato la ciotola dei baci di Hershey che un collega ha tenuto sulla sua scrivania e invece ha fatto una tazza di tè. Era come se fosse stato azionato un interruttore e semplicemente non avrei più mangiato caramelle.


Programma di perdita di grasso rapido di 21 giorni

È passato un mese dalla nostra sessione. E devo dire che l'ipnoterapia ha funzionato nel complesso. Ho superato il brunch per la festa della mamma e ho provato solo un dessert ben scelto al buffet a volontà. (In passato avrei provato almeno tre.) Per il mio compleanno, ho insistito per festeggiare con il gelato all'ananas invece della torta di velluto rosso che mio marito ha sempre acquistato. E ho riempito tutte le valigie per la festa di compleanno di mio figlio con Starburst e Tootsie Rolls e non ne ho mangiato una sola.

È troppo presto per dire se sono guarito per sempre e, dopo tutto, ho avuto solo una sessione. Ma per ora, sento che mi ha riportato sulla strada giusta per una migliore salute e felicità generale. Cosa posso chiedere di più?